Il progetto, la partecipazione, l'ambiente..

La realizzazione degli orti urbani di Viale del Tintoretto nel Municipio VIII del Comune di Roma è il risultato di un progetto più ampio che prevede momenti di socialità e di incontro assecondando la voglia di verde per favorire l’integrazione di cittadini anziani o soli e la solidarietà tra le diverse generazioni. Il progetto è finalizzato alla partecipazione attiva e democratica, all’innalzamento del livello qualitativo di vita della cittadinanza e alla promozione di modelli di sostenibilità ambientale.

L’iniziativa degli orti non ha fini di lucro ed è destinata:

1. allo sviluppo di modelli di autorganizzazione sui bisogni, per combattere fenomeni di difficoltà economica mediante l’autoproduzione e l’autoconsumo di alimenti biologici;

2. alla formazione didattica e culturale in cui l’esperienza degli associati possa essere messa al servizio della collettività, delle scuole e delle nuove generazioni per lo sviluppo delle conoscenze in campo botanico e agricolo recuperando la cultura e la pratica contadina;

3. alla promozione di buone pratiche di sostenibilità ambientale;

4. al presidio di aree altrimenti esposte al rischio di speculazione edilizia.


Vogliamo diventare una 'comunità'

La nostra storia...è stata dura ma ce l'abbiamo fatta !!

Giugno - Dicembre 2015 - Nasce l'Associazione dei cittadini per gli Orti Urbani - Ortolino -  L' Architetto Rossella Sinisi attraverso l'Istituto Nazionale di Bio Architettura della sede di Roma promuove e presenta il progetto per la realizzazione degli orti urbani presso l'VIII° Municipio del Comune di Roma. L'Associazione Ortolino raccoglie le adesioni, inizia a spargersi la voce e con il passaparola raggiungiamo le 100 iscrizioni.... Il Consiglio comunale dà l'approvazione definitiva al progetto. Si parte l'area è suddivisa in lotti e dopo l'estate vengono assegnati i lotti e la prima assemblea della elegge il comitato direttivo. Gli ortolini iniziano a coltivare e l'orto diventa un campo bellissimo di colori e di piante. L' associazione Ortolino organizza la prima festa dell' ALBERO ed è un successo per tutto il quartiere. L'area è recuperata: nasce un nuovo spazio di aggregazione per famiglie , anziani e bambini per i cittadini.

Anno 2016 - L'VIII° Municipio del Comune di Roma Capitale e il Servizio Giardini non ci autorizzano l'allaccio al pozzo idrico ubicato a meno di 500 mt dall'Area dell'Orto. Ovviamente le spese dei lavori sono a carico dei cittadini e quindi di tutti gli ortlini. Il Comune di Roma ci ha dato la terra, ma non ci vuole dare l'acqua....ne parla tutta la città!!! Tratto da L'UrloWeb - " Ortolino: l’orto urbano rimasto senz’acqua". L' Associazione le prova tutte...da RaiNews - "Orto nella giungla Urbana? A Roma la burocrazia è sempre in agguato". Da Rai3 Regione Lazio nella trasmissione Buongiorno Roma. L'estate è passata e gli ortolini resistono al caldo e alla siccità con i boccioli e le taniche di acqua riempite alle fontanella - il Comune di Roma è impegnato con le elezioni amministrative.  L'Associazione ha deciso di chiedere l'installazione di una fontanella e scavare un pozzo interno - finalmente l'amministrazione comunale ci convoca per il progetto dello scavo! Speriamo bene.

Anno 2017 - Finalmente si avviano le procedure per scavare un nuovo pozzo. Gli orti avranno il pozzo con l'acqua pubblica. Nel mese di Aprile finalmente viene avviato lo scavo e l'installazione delle cisterne necessarie alla raccolta delle acque per rifornire l'impianto idrico e dalle "prove di portata", c'è tanta acqua, acqua per tutti ! . Il 07 Maggio 2017 c'è la Festa dell'Acqua!!!  




La zona dell' VIII° Municipio di Roma

Tutto è iniziato qualche anno fa quando l'Area Tintoretto-Ballarin si presentava così...abbandonata e lasciata all'incuria e all'inciviltà dei costruttori, abituati ad abbandonare calcinacci, immondizia, etc. 

L'area è suddivisa in circa 125 lotti  di orti urbani di circa 70 mq. Ortolino è un'Associazione di cittadini liberamente organizzati. Ortolino - Orti Urbani sorge tra via del Tintoretto e Via Ballarin presso l'VIII° municipio di Roma. L'associazione si è organizzata attraverso un'assemblea che ha nominato un Presidente e un Consiglio Direttivo per coordinare e sviluppare un progetto di creazione degli orti. L'area dell'orto non sarà solo quella dedicata alla coltivazione ma anche un'area di aggregazione e partecipazione dei cittadini  per iniziative didattiche e culturali.